A Jeannine Gmelin il “World Rowing Awards” 2017

Grosso riconoscimento per il canottaggio svizzero. La Federazione internazionale delle società di canottaggio (FISA) ha assegnato alla campionessa mondiale di singolo Jeannine Gmelin l’ambito “World Rowing Award” per il settore femminile in virtù degli eccezionali risultati ottenuti nel corso della stagione contrassegnata da due vittorie in Coppa del mondo: Belgrado e Lucerna, oltre che il titolo iridato a Sarasota. La “soldatessa” zurighese aveva dovuto rinunciare perché ferita (rottura della costola) alla seconda regata di CdM di Poznan e agli “Europei” di Racice. È la prima atleta svizzera ad ottenere questo importante riconoscimento alla carriera.

La cerimonia di consegna dell’ambito riconoscimento avverrà prossimamente in occasione di un “gala” a Londra, promosso dalla Federremiera internazionale.

La Gmelin è naturalmente felice per questo ambito premio. “È stata la miglior stagione della mia carriera.  I miei obiettivi che mi ero prefissata già all’inizio del 2016 sono stati largamente superati, grazie anche al supporto, oltre che dei preparatori, dei dirigenti della Federazione e dei miei superiori nell’esercito che mi hanno data ampia libertà negli allenamenti”.

Jeannine Gmelin è già orientata verso la nuova stagione. “Attualmente gli allenamenti sono la mia assoluta priorità. Sono cosciente che su di me ci sono molte aspettative. Farò tutto il possibile per non deludere i miei sostenitori”.

Auguri cara Jeannine per una 2018 ricco di soddisfazioni.

Per la cronaca gli altri “Awards” sono andati:

- All’otto della Germania in campo maschile
- a Birgit Skarstein (Norvegia) per i para-rowing
- a Alexis Besanson (Francia) quale migliore allenatore
- John Boultbee (Australia) per meriti speciali